bruges-belgio-punto-panotamico-canale-architetture-tramonto

Direzione Bruges? Sai già che cosa andare a vedere? Se stai progettando il tuo primo viaggio in questa fiabesca città medievale che ripiega i rami dei suoi salici piangenti sulle acque dei canali, allora prepara la tua mente, i tuoi occhi e anche il tuo obiettivo fotografico. Tra edifici variopinti, parchi incantevoli e dedali di viuzze, gli scorci pittoreschi sono davvero infiniti; tuttavia dietro ogni angolo é in agguato un fotografo in cerca dell’immagine perfetta e il rischio é quello di scattare le foto che scattano tutti o di vedere i posti che hai già visto mille volte nelle foto altrui.

In questo articolo su che cosa vedere a Bruges vorrei invece consigliarti alcuni punti strategici dove, ancor prima di pensare all’inquadratura perfetta, sarai costretto a rimanere a bocca aperta. Per rendere tutto più facile, alla fine dell’articolo trovate anche la mappa di Bruges con tutte le attrazioni che citerò: la potrete salvare e consultare ogni volta che vorrete. Visita le zone più famose che ti daranno il primo impatto della bellezza e delle contraddizioni di Bruges, e poi vai alla ricerca delle stupefacenti meraviglie nascoste in questo luogo incantato. Perché, come disse Oscar Wilde, stupirsi é la sola cosa che renda la vita degna di essere vissuta.

Cosa vedere assolutamente a Bruges: 5 luoghi immancabili

Markt e Burg

Cosa bisogna assolutamente vedere a Bruges? Sicuramente, i due simboli della città: la grande Piazza del Mercato con le variopinte case dai frontoni a gradoni (Markt) e, vicinissima, la piazzetta con il Municipio e la Basilica del Sacro Sangue (Burg). Sono collegate tra loro da Breidelstraat, dove trovate il miglior waffle delle città a mio parere, croccante e gustoso al punto giusto, quello di Chez Albert. Prendetene uno e scattate la classica foto con le case della piazza principale sfocate sullo sfondo. Se siete in cerca di un tocco di contemporaneità, potete invece acquistare i waffle stick nel negozio di fronte.
In ogni caso, non perdetevi la vista dall’alto della torre Belfort, in Markt, e una panoramica a 360 gradi di Burg, che é circondata su tre lati da incantevoli edifici storici.
Un’altra piazza da vedere, con il suo portico caratteristico, é Vismarkt. Io non ci sono arrivata in tempo, ma visitandola al mattino, dal mercoledì al sabato, si possono acquistare le prelibatezze fresche del mercato del pesce.

bruges-cosa-vedere-piazza-mercato-markt
bruges-belgio-piatti-tipici-waffle

Ponte degli Innamorati

Lo cercano tutti, innamorati e non, anche se non é facile da trovare. Per questo è una delle tappe immancabili di un viaggio a Bruges. Cercate il piccolo ma grazioso Parco di Casa Arents, e a quel punto sarete conquistati dalla vista del vecchio Ponte di Bonifacio, all’ombra della Chiesa di Nostra Signora e dei suoi archi rampanti.
Per un’inquadratura horror, scendete nella gabbia alla destra del ponte e fatevi fotografare “imprigionati” sul canale.
Lo scorcio é davvero favoloso su entrambi i lati del Ponte di Bonifacio, dopo di che il canale continua verso nord lungo la via Dijver, passando sotto il Ponte Boottochten. Anche questo é un ottimo punto per scattare foto, complice la vecchia casa col pontile e l’elevata concentrazione di cigni.

bruges-cosa-vedere-ponte-bonifacio-innamorati
bruges-cosa-vedere-casa-pontile-cigni

Mulini di Sint-Anne

Non andatevene da Bruges senza aver fatto un giro nella zona di Sint Anne, nel parco che corre lungo il canale ma anche all’interno, nei suoi vicoli poco turistici, profumati di autenticità belga.
Infiniti gli scorci caratteristici, davanti dietro e di lato ai mulini a vento, che non vi faranno sentire la mancanza dell’Olanda. Tra le cose da vedere a Bruges, certamente i mulini di Sint Anne rivestono un ruolo di spicco.
Continuate la rilassante passeggiata lungo il canale tra runners, famiglie e qualche spericolato ragazzo in bici a cui prestare attenzione. Potrete arrivare così fino al Minnewaterpark.

Se invece volete optare per una zona meno conosciuta, potete tornare verso il centro passando dalla caratteristica Potterierei, sempre affacciata sull’acqua, o dalla residenziale Carmersstraat.
Arriverete così al ponte di Augustijnenbrug, che offre uno scorcio panoramico molto suggestivo sul canale. Da qui, sarete al Markt in meno di dieci minuti.

bruges-autunno-mulino
bruges-cosa-vedere-panorama-canale

Begijnhof e Minnewaterpark

Sono solitamente le prime attrazioni di Bruges a essere visitate perché situate proprio di fronte alla stazione ferroviaria.
Passate sopra il Minnewaterbrug per entrare nel parco e perdetevi tra i sentieri che offriranno magnifiche colorazioni in ogni stagione.

Arrivati a Wijngaardplein, vi troverete sulla sinistra l’entrata meridionale del Begijnhof, ma io vi suggerisco di proseguire fino alla fontana con la testa di cavallo. In questo modo, lungo il tragitto, si apriranno meravigliosi scorci sul ponte e sul canale, coronati da cigni, germani reali e barche che increspano le placide acque di Bruges.

Entrate quindi nel Begijnhof svoltando a sinistra. Il quartiere del beghinaggio è un must see a Bruges. Qui troverete una grande piazza quadrata, completamente occupata da alberi che in autunno si mostrano in tutto il loro splendore, e contornata dai silenziosi edifici bianchi del Convento e degli edifici adiacenti.

bruges-cosa-vedere-begijnhof-autunno-bicicletta

Rozenhoedkaai, il punto panoramico

Tutti accorrono all’incrocio tra Braambergstraat, Huidenvettersplein e Pandreitje per scattare la foto più famosa di Bruges, con lo skyline circolare di edifici in mattoni affacciati direttamente sul canale.
La vista é davvero fiabesca e sembra dipinta con i colori caldi della tavolozza di un pittore fiammingo, soprattutto al tramonto. La luce migliore io l’ho trovata dal ponte di Wollestraat.
Qui a due passi trovate anche il Ponte degli Innamorati di cui ho parlato prima, anch’esso un ottimo spot per fotografare il tramonto a Bruges.

bruges-dove-trova-punto-panoramico

I borghi medievali ti fanno sognare?

Qui trovi quello che fa per te


Cosa vedere a Bruges: 5 luoghi originali che nessuno vi ha mai detto

Ponte dell’Hotel Adornes sul Langerei Canal

Dei vari ponti e canali, non so perché nessuno mai cita questo punto panoramico, alla confluenza di più corsi d’acqua.
Gli edifici che si affacciano su questo punto sembrano di marzapane, appena usciti dalla fiaba di Hansel e Gretel, e creano uno sfondo perfetto da ogni angolazione. Una volta arrivata per caso in questo punto, vagabondando per le viuzze della zona Nord di Bruges, non riuscivo più ad andarmene via.

Se continuate lungo il canale verso Sud, arriverete a un altro punto meraviglioso ma poco conosciuto, all’incrocio tra Langerstraat e Coupure, dove fermarsi per uno spuntino panoramico.
Se arrivate fino a qui e siete davvero hipster, potete anche proseguire su Laangerstraat e fare un salto al negozio di skate The Fat Flamingo e alla pasticceria tutta rosa Hemelse Taartjes.

bruges-cosa-vedere-langerei-canale

Canale del Sint-Janshospitaal

Passeggiando in Mariastraat, luogo per eccellenza delle cioccolaterie e dei negozi di souvenir, vi troverete d’un tratto in un punto strategico dove non potrete fare a meno di scattare alcune delle foto migliori di tutta Bruges.
Il piccolo ponte tra Kastanjeboomstraat e Vrouwekerkhof-Zuid rientra nei luoghi da vedere a Bruges.

Verso Est vedrete un canale su cui si affacciano una schiera infinita di case tradizionali in mattoni e un meraviglioso albero che si specchia nel canale, sfioranda l’acqua con i suoi lunghi rami. Verso Ovest la maestosa facciata del Sint-Janshospitaal tuffarsi nelle acque e il pontile da cui é possibile salpare per una stupenda crociera sui canali.

bruges-cosa-vedere-hospitaal

Walplein

É la piazza di Bruges che ho amato di più in assoluto, lastricata di ciottoli, pittoresca e animata a qualsiasi ora con i suoi locali, le sue biciclette, i negozi, i tavolini all’aperto, le carrozze e l’ultima birreria a conduzione familiare rimasta in città, De Halve Maan.
Di fronte agli edifici dai caratteristici frontoni a gradoni, troverete anche la piccola statua che raffigura in “modalità cartoon” una delle numerose carrozze trainate da un cavallo, simbolo di Bruges.

Sint-Salvatorskerhof

Se la cattedrale di Bruges, affacciata su Steenstraat, la via dello shopping, é una visione decisamente grandiosa, entrate nella più modesta via laterale Sint-Salvatorskerhof per qualche scorcio più intimo e caratteristico.
Arriverete così all’incrocio con Heilige-Geeststraat, dove il connubio di vicoli stretti e la parete ricoperta di rampicanti dell’Hotel Castillon vi porteranno indietro nel tempo in un batter d’occhio.

Seguite questa via stretta e vi ritroverete in Mariastraat, con il ristorante super instagrammabile Gruuthuse e la grande chiesa cattolica di Nostra Signora. Qui siete a due passi dal Sint-Janshospitaal.

bruges-cattedrale-cosa-vedere

T Zand

Questa enorme piazza rettangolare é una sorta di piccola concessione di Bruges alla modernità. E’ perfetta per un rilassante caffè e per godere del tiepido sole nordico in una giornata fresca, osservando la gente che passeggia o va al lavoro, la contemporanea sala concerti e la fontana con sculture.

Sul lato occidentale, ritroverete poi uno scorcio selvaggio su un canale dove la vegetazione ha quasi completamente ricoperto la parete di una vecchia casa in mattoni e anche, all’incrocio tra Noordzandstraat e Speelmansrei, uno dei rari murales di Bruges, realizzato da Strook.

bruges-cosa-vedere-piazza-tzand-caffe
bruges-cosa-vedere-street-art-murales

Ovunque vai sei alla ricerca di street art?


Come avrete notato, molti dei luoghi citati nel mio articolo si ripetono più di una volta. Osservandoli su una cartina, vi renderete conto che non sono distanti uno dall’altro.
Infatti Bruges é una città perfetta da visitare in giornata, a patto che abbiate voglia di passeggiare a un buon ritmo e con poche pause, oppure in un weekend, prendendovela con più calma. Se non sapevate che cosa vedere a Bruges, penso di avervi dato alcuni spunti interessanti, non credete? Se avete altri suggerimenti, scriveteli tutti nei Commenti!

Come arrivare a Bruges

Gli aeroporti più vicini sono quelli di Bruxelles: National-Zaventem oppure Charleroi. Io sono atterrata a Zaventem, circa 15 km a Est di Bruxelles. I collegamenti per il centro sono ottimi e frequenti, per quanto riguarda sia i treni sia gli autobus. Io ho scelto un treno diretto che, da Zaventem, faceva qualche fermata a Bruxelles, continuava per Gand e infine arrivava a Bruges dopo un’oretta e mezza circa.
Ho acquistato il biglietto da casa, sfruttando il Weekend Ticket, che permette di viaggiare a prezzi scontati a partire dalle 7 di sera del venerdì fino all’ultimo treno della domenica. Il costo per andata e ritorno Zaventem-Brugge è stato di 28 euro. Per acquistarlo, andate su questo sito e selezionate come punto di partenza “Brussels-Airport Zaventem” e come destinazione un generico “Zone Brugge”. Cliccate poi su “Second Class”, “Return” e selezionate le date. Attenzione: specificate la partenza dall’aeroporto e non da “Zone Bruxelles”, altrimenti vi ritroverete a dover pagare caro e salato il tratto Zaventem-Bruxelles Centro quando arriverete ai tornelli della stazione, che rimarranno inevitabilmente chiusi una volta passato il barcode! Per gli orari completi dei treni, questo sito é semplice e affidabile.

Per qualsiasi altro dubbio o commento, vi aspetto qui sotto!

Che cosa vedere a Bruges: mappa

Ti potrebbe interessare anche: