capo-nord-cosa-vedere-arte

Mi sembra che chi vive ai confini del mondo sia per natura più propenso degli altri a diventare un artista. Forse è per la collocazione geografia particolare, che lo costringe a guardare il mondo da un punto di vista inusuale, o per chissà quale altra ragione… E se si parla di luoghi ai confini del mondo, come non citare Capo Nord?

State pensando a un viaggio nel punto più a nord d’Europa? Prevedere qualche tappa insolita, fuori dai soliti itinerari, che coniughi natura e arte, può essere un’ottima idea.

Vi lascio anche il link al mio articolo con tutti i consigli maturati durante il mio viaggio zaino in spalla a Capo Nord, se può esservi utile.

Due paesi da visitare sulla strada per Capo Nord

Ben oltre il Circolo Polare Artico, sull’isola norvegese di Magerøya, a pochi passi l’una dall’altra e dalla falesia di Capo Nord, due botteghe disputano in famiglia il loro personale contest artistico. Sono “West of the Moon” a Honningsvåg e “East of the Sun” a Kamøyvær, due località che non potete non visitare durante il vostro itinerario di viaggio verso il grande Nord.

I loro nomi non sono casuali, considerando che East of the Sun and West of the Moon (Østenfor sol og vestenfor måne) é il titolo di una celebre favola norvegese.

castello-fiaba-orso-principessa

La fiaba racconta di un principe trasformato in orso e della principessa che con il suo amore e il suo coraggio riesce a liberarlo dall’incantesimo; una specie di La Bella e la Bestia, ambientata in un castello incastonato in un punto immaginario a est del sole e a ovest della luna.

Da questa romantica storia, ha preso spunto anche il gruppo norvegese degli A-ha, una delle più grandi band scandinave di tutti i tempi, che ha intitolato nello stesso modo un album del 1990.

Arte sulle strade per Capo Nord

Ma torniamo a parlare delle gallerie. Al loro interno si trovano libri di favole, con magnifiche illustrazioni per bambini, ma anche opere d’arte e oggetti di artigianato a metà strada tra modernità e tradizione.

All’entrata, ci accolgono due personaggi bizzarri realizzati con materiali poveri, all’interno però troviamo ogni sorta di oggetto e soprammobile in perfetto accordo con il semplice design nordico. Bambole, quadri, ma anche addobbi colorati e direi quasi “elfici”. Proprio come in un mondo incantato, dove sembra davvero di poter intravedere le guglie del castello del principe orso tra le fronde della vegetazione.

Non posso certamente esprimere un parere tecnico, ma vi posso dire che avrei passato lì dentro un’intera giornata!

Gli edifici a Honningsvåg e Kamoyvær

Anche dall’esterno sono uno spettacolo.

La “West of the Moon” dà sulla via principale di Honningsvåg, Storgata, tutta abbellita con nastri e bandierine dei colori norvegesi e della contea di Nordkapp. L’edificio è verde chiaro e si trova di fronte a un fornaio che sforna a tutte le ore pani e dolci da far girare la testa ai golosi come me: si spande tutt’intorno un aroma che ispira buonumore.

Un ragazzo dal sorriso sempre dipinto sulle labbra vi accoglie nella galleria. In cima ai tre scalini rosso fuoco, si passa fianco ad alcune simpatiche sculture ad altezza uomo e poi si spalancano gli occhi di fronte agli oggetti esposti e alla perfezione delle immagini dipinte.

honningsvag-art-west-of-the-moon

La “East of the Sun”, dal canto suo, sembra uscita da una fiaba. Affacciata sul piccolo porto di Kamøyvær, un’abitazione in legno giallo canarino mostra fieramente alcuni piccoli quadri appesi agli infissi delle finestre.

Anche qui é possibile incontrare di persona l’artista, di origini tedesche, che dichiara di aver sviluppato la sua arte poliedrica dalla nonna in Germania. Ma per tutte le info vi rimando al loro sito.

kamoyvaer-east-of-the-sun

Come raggiungerlo

Io sono arrivata sull’isola di Magerøya durante il mio viaggio a piedi a Capo Nord, a luglio 2017, con il bus 62 che percorrere la tratta Alta-Honningsvåg, dalla fermata di Skaidi, il bosco di betulle.

Il bus é partito puntuale alle 08:19 dal distributore di benzina di Skaidi, davanti al ristorante Skaidi Kroa, ed é arrivato a Honningsvåg Nordkapphuset, nel piazzale dell’ufficio informazioni, alle 10:30, dopo un inverosimile viaggio attraverso le lande selvagge del nord della Norvegia. Per tutti gli orari visita questo sito.

Invece, per visitare Kamøyvær, da Honningsvåg dovete prendere qualsiasi bus per Capo Nord, ad esempio il numero 211, ma chiedendo all’ufficio informazioni vi possono dare indicazioni più precise su eventuali bus aggiuntivi che in estate percorrono la tratta.

Quando ho visitato le gallerie, avrei voluto comprare tutto, ma purtroppo lo zaino non è il modo più comodo per portare in giro soprammobili e quadri. Voi come vi organizzate nei vostri viaggi? Rinunciate ai souvenirs o avete dei trucchi del mestiere? Qualcuno ha già comprato qualcosa in queste due gallerie? Fatemi sapere nei Commenti!